In una affollatissima serata del 15 dicembre 2016 presso il Salon Bellevue del Café de Paris il Direttore della Pubblica Sicurezza monegasca, Mr. Richard Marangoni, ha avuto modo di illustrare ai convenuti l’assoluta importanza dell’argomento in un piccolo Stato con le frontiere aperte, una popolazione di circa 37.000 abitanti, un enorme numero di pendolari francesi ed italiani che ogni giorno raggiungono il Principato per motivi di lavoro, i croceristi ed i turisti, gli eventi sportivi, culturali e mondani cui spesso partecipa anche la Famiglia Sovrana. Assolutamente necessario quindi un concetto di sicurezza prioritaria che poggia su tre elementi fondamentali: prevenzione, cooperazione ed informazione. Il tutto garantito da 543 poliziotti e 693 telecamere installate già dai primi anni 80. Un capillare sistema di identificazione delle targhe delle vetture e delle schede-clienti degli hotel. Una stretta cooperazione con le polizie di tutto il mondo in particolare con quella francese ed italiana ma soprattutto con l’Interpol il cui primo Congresso Internazionale è stato ospitato nel Principato già nel 1914.

INCONTRO CON MR. RICHARD MARANGONI, DIRETTORE DELLA PUBBLICA SICUREZZA